00

Nessun prodotto

Spedizione gratuita!Spedizione
0,00€

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello.Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti: 
Totale spedizione: Spedizione gratuita!: 
Tasse0,00€
Totale: 
Continua lo shoppingProcedi con il checkout

Acetil L-carnitina: una nuova soluzione per l'anemia?

Esistono diverse categorie di anemia, ma quando si tratta del tipo causato dalla malattia renale cronica, si ritiene che la L-carnitina offra benefici significativi.

Acetil L-carnitina: una nuova soluzione per l'anemia?

Updated on

Esistono diverse categorie di anemia, ma quando si tratta del tipo causato dalla malattia renale cronica, si ritiene che la L-carnitina offra benefici significativi.

Per chi lo conosce, l'aminoacido L-carnitina è solitamente associato alla perdita ponderale, grazie alla sua capacità di trasportare gli acidi grassi nei mitocondri delle cellule, dove possono essere utilizzati come carburante. Tuttavia, è interessante notare che la L-carnitina svolge altre funzioni essenziali all'interno degli eritrociti (RBC), che possono comportare vantaggi terapeutici per chi soffre di anemia.

Cos'è l'anemia?

L'anemia è la patologia del sangue più comune e colpisce circa 1,62 miliardi di persone in tutto il mondo. Si verifica quando l'organismo non produce sufficienti globuli rossi, oppure quando gli eritrociti non funzionano correttamente. Si manifesta anche quando l'organismo distrugge una quantità eccessiva di globuli rossi o ne perde troppi a causa di lesioni.

Gli eritrociti trasportano l'emoglobina, una proteina ricca di ferro che trasporta l'ossigeno ai tessuti in tutto il corpo. Quando la quantità di emoglobina nel sangue è bassa, i livelli di ossigeno possono precipitare e ciò può influire seriamente sulla salute e sulla qualità della vita. L'anemia può essere associata a determinate patologie, come disturbi autoimmuni (l'organismo produce proteine che distruggono gli RBC), complicanze della gravidanza (l'organismo non è in grado di soddisfare l'aumento della richiesta di globuli rossi) e gravi emorragie interne o esterne, con conseguente estrema perdita di eritrociti.

Possibili segni e sintomi di anemia

In presenza di anemia, il corpo è deprivato di ossigeno e quindi si possono manifestare uno o più dei seguenti sintomi...

Stanchezza - vertigini - sensazione di debolezza - sensazione di svenimento - sete eccessiva - sudorazione eccessiva - polso debole e rapido - respirazione rapida - mancanza di respiro - crampi nella parte inferiore delle gambe - ritmo cardiaco anomalo - cuore ingrossato - suono martellante o sibilante nelle orecchie

Illustrazione di 7 tipi comuni di anemia

Esistono molte varietà di anemia correlate a patologie e malattie specifiche.

1. Anemia renale - causata da malattia renale cronica, che può influire sulla capacità dell'organismo di produrre globuli rossi. I pazienti con malattia renale sviluppano anemia perché i reni non producono a sufficienza l'ormone "eritropoietina" per segnalare al midollo osseo di produrre nuovi o più globuli rossi.

2. Anemia aplastica - si può verificare se il midollo osseo è danneggiato e non è in grado di produrre globuli bianchi, piastrine e globuli rossi. Questa patologia può essere acquisita o ereditata.

3. Anemia emolitica -  si verifica se l'organismo non è in grado di sostituire i globuli rossi che sono stati distrutti. Solitamente gli eritrociti vivono circa 120 giorni. L'organismo produce circa 2,5 milioni di nuovi RBC al secondo per ricostituire quelli inefficaci. Tuttavia, alcuni eritrociti vengono distrutti prima di raggiungere la normale durata di vita.

4. Anemia da carenza di ferro - l'organismo ha bisogno di ferro per produrre emoglobina. Quando l'organismo non riesce a soddisfare l'aumento della richiesta di globuli rossi, ad esempio durante gli scatti di crescita o la perdita di sangue, si verifica anemia da carenza di ferro. Buone fonti di ferro includono carne rossa, verdure a foglia verde, lenticchie, fagioli secchi e frutta e verdura.

5. Anemia perniciosa - vitamina B12 e folato sono essenziali per la produzione di eritrociti sani. La carenza di vitamina B12 e di acido folico nell'alimentazione o il cattivo assorbimento della vitamina B12 possono comportare anemia perniciosa. Gli alimenti ricchi di vitamina B12 includono carne, pesce, uova, latticini e alimenti fortificati, come pane e cereali. Per un ulteriore incremento di vitamina B e acido folico è sempre possibile integrare il Complesso liposomiale di vitamina B e minerale Altrient, che contiene Quatrefolic, una forma altamente assorbibile e brevettata di folato.

6. Anemia falciforme - si tratta di un'anemia emolitica ereditaria, in cui la proteina emoglobina è anomala, e provoca la rigidità dei globuli rossi. La rigidità impedisce agli eritrociti di spostarsi attraverso i minuscoli vasi sanguigni, creando blocchi che ostacolano la circolazione.

7. Anemia da sport - specifica degli atleti di resistenza, si ritiene sia causata dalla bassa sintesi dell'emoglobina, o dall'aumento della distruzione dei globuli rossi. Ciò accade quando gli eritrociti si disintegrano mentre attraversano i vasi sanguigni compressi, o contraendo i muscoli, ad esempio la pianta dei piedi durante la corsa.

Comprendere gli integratori di carnitina

Esistono due forme di integratori di carnitina: la L-carnitina e la forma più avanzata, chiamata acetil L-carnitina. Sebbene la L-carnitina sia comunemente utilizzata negli studi, la ricerca ha determinato che l'acetil L-carnitina è una forma meglio assorbita di carnitina, che svolge una maggiore attività nelle cellule. Sebbene la maggior parte della carnitina dell'organismo si trovi nei muscoli cardiaci e scheletrici, l'acetil L-carnitina è stata rilevata nei globuli rossi. Ciò suggerisce che l'acetil L-carnitina potrebbe svolgere un ruolo importante nella produzione e nella funzione degli eritrociti, e che potrebbe quindi essere utile per i pazienti affetti da anemia

Importanza dell'acetil L-carntina per i pazienti in dialisi

I soggetti colpiti da malattie renali spesso contraggono l'anemia renale, a causa di complicanze derivanti dalla dialisi. Inoltre, un numero significativo di pazienti dializzati non risponde favorevolmente alla terapia con eritropoietina ricombinante umana (rHuEPO), un ormone somministrato per stimolare la produzione di RBC. La dialisi renale non solo riduce la sopravvivenza dei globuli rossi fino al 50%, ma influisce anche sulle concentrazioni di carnitina nel plasma e nei tessuti. È ormai riconosciuto che il "disturbo di carnitina in dialisi" è un deficit metabolico funzionale comune nei pazienti in dialisi cronica, che può avere un impatto negativo sulla produzione e sulla sopravvivenza dei globuli rossi. 

Studi sperimentali e alcune osservazioni cliniche suggeriscono che la L-carnitina possa influenzare la stabilità degli eritrociti e aumentare la sopravvivenza dei globuli rossi immaturi. Secondo la ricerca, l'uso di L-carnitina nei pazienti in dialisi renale, ha aumentato con successo il volume dei globuli rossi. Questo si applicava ai soggetti sottoposti ad assunzione di rHuEPO e quelli che non l'avevano assunta.

Ulteriori studi sostengono l'uso della terapia con L-carnitina, suggerendo che possa migliorare l'anemia renale e ridurre la necessità di rHuEPO in almeno il 40% dei pazienti. Questi benefici sono stati osservati in uno studio in cui sono stati somministrati 900 mg di L-carnitina al giorno per 12 mesi.

Suggerimenti nutrizionali per tutti i tipi di anemia

Seguendo una dieta sana che incorpori una buona gamma degli alimenti sopra riportati, si garantisce un adeguato approvvigionamento delle sostanze nutritive necessarie per produrre e mantenere globuli rossi sani. Queste sostanze includono carnitina, acido folico, vitamina C e vitamina B12. Chi soffre di anemia potrebbe anche trarre beneficio da un integratore altamente biodisponibile, come Acetil L-Carnitina liposomiale di Altrient, al fine di ottenere i vantaggi terapeutici.

Jacqueline Newson BSc (Hons), Terapia nutrizionale

Riferimenti bibliografici

  1. Amano I, Matsumoto Y, Hirose S, Tsuruta Y, Hara S, Murata M, Imai T. Effects of L-carnitine supplementation on renal anemia in poor responders to erythropoietin. Blood Purif. 2001;19(1):24-32.

  1. American Society of Hematology. Anemia. Http://www.hematology.org/Patients/Anemia/. [Accesso 28/12/18].

  1. Ames BN, Cotman CW, Kuratsune H, Head E & Liu J. Comparison of the effects of L-carnitine and acetyl-L-carnitine on carnitine levels, ambulatory activity, and oxidative stress biomarkers in the brain of old rats. Ann N Y Acad Sci. 2004;1033:117-31.

  1. Golper A et al. L-carnitine treatment of anemia. American Journal of Kidney Diseases 2003; 41(4): s27-s34.

  1. Bommer J. Saving erythropoietin by administering L-carnitine?, Nephrology Dialysis Transplantation 1999; 14, 12, 1 : 2819–2821.

  1. Dieticians of Canada. Food sources of iron. Https://www.dietitians.ca/Downloads/Factsheets/Food-Sources-of-Iron.aspx. [Accesso 29/12/18].

  1. Heinz-Peer G et al. Anemia and carnitine supplementation in hemodialyzed patients. Kidney International 1999; 55 (69) : S-93–S-106.  

  1. Https://www.who.int/vmnis/anaemia/prevalence/summary/anaemia_data_status_t2/en/ [Accesso 29/12/18].

  1. In brief: Your guide to anaemia. Https://www.nhlbi.nih.gov/files/docs/public/blood/anemia-inbrief_yg.pdf [Accesso 28/12/18].

  1. Kudoh Y, Aoyama S, Torii T, et al. lossary">Long-lossary">term effects of oralossary">l lossary">L-carnitine supplossary">lementation on anemia in chronic hemodialossary">lysis. Cardiorenal Med. 2014;4(1):53-9.

  1. Littlewood T, Marx G & Ng T et al. Recombinant erythropoietin in clinical practice. Postgraduate Medical Journal 2003; 79:367-376.

  2. Mairbäurl H. Red blood cells in sports: effects of exercise and training on oxygen supply by red blood cells. Front Physiol. 2013; 4:332.