00

Nessun prodotto

Spedizione gratuita!Spedizione
£0.00

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello.Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti: 
Totale spedizione: Spedizione gratuita!: 
Totale: 
Continua lo shoppingProcedi con il checkout

Trasforma la salute del tuo intestino grazie alla vitamina C e all'Acido lipoico R-alfa...

La salute dell'intestino ti crea problemi? È arrivato il momento di ottimizzare la salute del tuo apparato digerente con Altrient Liposomal Vitamin C e Altrient R-Alpha Lipoic Acid (ALA).

Trasforma la salute del tuo intestino grazie alla vitamina C e all'Acido lipoico R-alfa...

Updated on

La salute dell'intestino ti crea problemi? È arrivato il momento di ottimizzare la salute del tuo apparato digerente con Altrient Liposomal Vitamin C e Altrient R-Alpha Lipoic Acid (ALA). Questi due nutrienti dinamici sono i principali attori nella lotta contro l'infiammazione - universalmente riconosciuta come uno dei fattori chiave per molte patologie croniche che colpiscono il tratto gastrointestinale.

La salute dell'intestino ad oggi

La malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI), che include la malattia di Crohn e la colite ulcerosa, è attualmente la seconda patologia infiammatoria più comune dopo l'artrite reumatoide e colpisce cinque milioni di persone in tutto il mondo. Anche la sindrome dell'intestino irritabile (SII) è stata identificata come un problema infiammatorio di salute dell'intestino che colpisce ben 3,5 milioni solo in America.

Una lunga lista di sintomi, tra cui dolore addominale, vento, stitichezza, feci grasse, febbre e diarrea, rendono la vita quotidiana estremamente difficile per chi soffre di queste condizioni debilitanti. Per fortuna esistono molte soluzioni terapeutiche per contribuire alla gestione dei sintomi e rinforzare le difese infiammatorie grazie alla vitamina C e ALA è un ottimo punto di partenza.

Segni rivelatori di infiammazione

L'infiammazione si verifica quando il sistema immunitario risponde ad agenti nocivi, come germi, ferite o sostanze chimiche e radiazioni. Il tuo corpo lavora duramente per rimuovere il problema proteggendo il tessuto circostante e avviando un processo di guarigione con dolore, gonfiore, calore e arrossamento associati, ovvero tutti i segnali tipici dell'infiammazione.

L'infiammazione acuta è un meccanismo efficace nella lotta contro un assalto al corpo, tuttavia se diventa troppo pronunciata o persistente può causare uno stato anomalo di infiammazione cronica.

Cosa causa l'infiammazione cronica?

Le prove scientifiche suggeriscono che fattori come l'elevato stress ossidativo, l'inefficace risposta immunitaria, lo squilibrio nei batteri intestinali, l'inquinamento, il fumo, lo stress, la cattiva alimentazione, la mancanza di esercizio fisico e la genetica influenzano tutti l'infiammazione.

Il ruolo importante degli antiossidanti

L'infiammazione e lo stress ossidativo sono strettamente correlati e collegati a una serie di malattie croniche come MICI e SII. Gli antiossidanti sono vitali per proteggere le cellule dal danno causato dallo stress ossidativo che scatena l'infiammazione. Gli antiossidanti si trovano nei tessuti viventi e nelle cellule del corpo e provengono dal cibo che mangiamo.

Alimenti ricchi di antiossidanti

Sfortunatamente, gli antiossidanti presenti nella carne, nel latte e nelle uova vengono distrutti cucinando o scomposti nel tratto digestivo. D’altra parte, frutta e verdura contengono antiossidanti che hanno maggiori probabilità di sopravvivere al processo di cottura e sono generalmente ben assorbiti, motivo per cui ci viene costantemente ricordato di seguire una dieta ricca di frutta e verdura.

Tuttavia, non è sempre possibile seguire le raccomandazioni governative per il consumo quotidiano di frutta e verdura, aumentando il rischio di sviluppare una carenza di vitamina C e ALA. Poiché questi due nutrienti sono così importanti per contrastare lo stress ossidativo, l'integrazione può aiutare a colmare il divario nutrizionale.

Protezione con vitamina C

La vitamina C è stata a lungo considerata un antiossidante cellulare fondamentale. Anche in piccole quantità le potenti attività antiossidanti della vitamina C possono aiutare a prevenire l'infiammazione nell'intestino proteggendo le molecole indispensabili nel corpo dai danni dei radicali liberi. La vitamina C è un nutriente instabile solubile in acqua che è difficile da assorbire per il corpo. La maggior parte dei supplementi regolari sono spesso scomposti nello stomaco e sono in gran parte eliminati come rifiuti. La scelta di un integratore di vitamina C di nuova generazione come Altrient Liposomal Vitamin C contribuisce ad assicurare il massimo assorbimento fino al livello cellulare, proprio dove è più necessario.

Inoltre, oltre ai suoi effetti antiossidanti diretti, ha la capacità di rigenerare altri importanti antiossidanti come la vitamina E e il glutatione. Entrambi offrono una protezione anti-infiammatoria aggiuntiva. La vitamina C partecipa anche a molte altre importanti funzioni che supportano i vasi sanguigni e le cellule epiteliali che rivestono l'intestino.

  • sostenere la produzione e la deposizione di collagene nella membrana basale, (che unisce gli strati degli intestini).

  • incoraggiare la proliferazione di cellule che rivestono i vasi sanguigni

  • ridurre la morte cellulare

  • aiutare a regolare il flusso di sangue verso l'area

Queste funzioni aiutano a mantenere la barriera intestinale forte e sana, impedendo ai batteri patogeni di infiltrarsi e scatenare l'infiammazione. La compromissione di questa barriera vitale accompagnata da un intestino permeabile è intesa come un passo fondamentale nell'avvio e nello sviluppo della MICI.

Acido alfa lipoico per una migliore difesa antiossidante

L'ALA è un antiossidante particolarmente impressionante perché funziona in soluzioni sia liposolubili sia solubili in acqua, consentendone il funzionamento su tutto il corpo. Le dosi orali di ALA sono rapidamente assorbite e diversi studi hanno dimostrato che l'integrazione con ALA riduce significativamente i marcatori di infiammazione in varie patologie croniche che interessano la salute intestinale. È consigliabile optare per un ALA liposomiale di alta qualità come Altrient R-Alpha Lipoic Acid che utilizza la tecnologia per fornire il massimo assorbimento. La ricerca emergente ha identificato i benefici dell'utilizzo di ALA nella MICI. Uno studio ha dimostrato che l'ALA ha un effetto protettivo contro il danno ossidativo riscontrato nella colite. Si è scoperto che l'ALA protegge i tessuti del colon grazie alle sue proprietà antiossidanti e di stabilizzazione della membrana.

Il DHLA, una controparte di ALA, rigenera direttamente anche vitamina C, vitamina E e glutatione, potenziando i meccanismi anti-infiammatori dell'organismo e contribuendo alla disintossicazione e all'eliminazione delle tossine che possono favorire ulteriormente l'infiammazione.

Ricorda che il tuo corpo ha un'enorme capacità di guarire se stesso assumendo le misure necessarie e fornendo buoni livelli di nutrienti anti-infiammatori essenziali come la vitamina C liposomiale e l'acido lipidico alfa lipoico.

Autore: Jacqueline Newson BSc (Hons) Terapia nutrizionale

REFERENZE

  1. Abdollahi PP et al. Effetti dell'integrazione di acido alfa-lipoico su infiammazione, stress ossidativo e livelli lipidici del profilo sierico in pazienti con malattia renale allo stadio terminale in emodialisi. Journal of Renal Nutrition 2012, 2 (22): 244-250.

  2. Abreu MT, Kais S, Knight-Sepulveda K & Santaolalla R. Dieta e malattia infiammatoria intestinale. Gastroenterologia ed epatologia. 2015; 11 (8): 511-520.

  3. Akbari M, Ostadmohammadi V, Tabrizi R, et al. Gli effetti dell'integrazione di acido alfa-lipoico su marcatori infiammatori tra pazienti con sindrome metabolica e disturbi correlati: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati. Nutr Metab (Lond). 2018; 15: 39.

  4. Biswas S K. "L'interdipendenza tra stress ossidativo e infiammazione spiega il paradosso antiossidante," Medicina ossidativa e longevità cellulare, 2016; 5698931: 1-9.

  5. Cetinel S et al. Effetti protettivi dell'acido alfa-lipoico contro il danno ossidativo nella colite indotta da TNBS. Erciyes Medical Journal 2009; 31 (1): 015-026.

  6. Domschke W, Heidemann J, Kucharzik T & Maaser C. Endotelio microvascolare intestinale e immunità innata nelle malattie infiammatorie intestinali: una seconda linea di difesa? Infezione e Immunità 2006; 74 (10) 5425-5432.

  7. Doomra M, Narasimhulu CA Naser S, Parthasarathy S, Rohr M & Sharma D. Malattie infiammatorie dell'intestino. J Med Food. 2018; 21(2):113-126.

  8. http://www.crohnscolitisfoundation.org/news/for-the-media/media-kit/fact-sheet-about-ibd.html. [accesso 14.10.18].

  9. https://www.nhs.uk/conditions/inflammatory-bowel-disease/[accessed 30.10.18].

  10. Fondazione internazionale per i disturbi gastrointestinali. A proposito di IBS. https://www.aboutibs.org/facts-about-ibs/statistics.html. [accesso 4.11.18]

  11. Kalluri R, LeBleu VS, Macdonald B. Struttura e funzione delle membrane basali. Exp Biol Med (Maywood). 2007; 232 (9): 1121-9.

  12. Moura FA, de Andrade KQ, dos Santos JC, Araújo OR, Goulart MO. Terapia antiossidante per il trattamento della malattia infiammatoria intestinale: Funziona? Redox Biol. 2015;6:617-39.

  13. PubMed Salute. Cos'è l'infiammazione.  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0072482/ [accesso 14.10.18]